A causa dell’influenza non ho potuto prepararmi e chiedo scusa se sarò breve.

Come promesso, continuiamo questo mese con il Futurismo.

I pittori del movimento tentarono di rendere sensazioni in apparente antitesi con la staticità dell’opera pittorica: in particolare il movimento, la velocità e il rumore.
E lo fecero con coraggio e grande creatività.
Del resto il terzo punto del “Manifesto dei pittori futuristi” così recitava: “3) Esaltare ogni forma di originalità, anche se temeraria, anche se violentissima.”.

Questo è un lavoro sul movimento; le prossime volte vedremo opere sulla velocità e sul rumore, e il 31, l’ultimo Sabato di Dicembre, un contenuto speciale che mi diverte moltissimo.

“Dinamismo di un cane al guinzaglio” vuole rendere l’idea del moto tramite la sovrapposizione e la dissoluzione delle forme. L’effetto è simile a una ripresa fotografica.
Uno studio simile, sempre di Balla, lo si trova in “Bambina che corre sul balcone” del 1912.

Sono sicuro che non riuscirete più a portare a spasso il vostro cane con lo stesso spirito.