Monet amava dipingere in serie.
La stazione ferroviaria di Saint-Lazare, una delle più grandi e affollate di Parigi a quell’epoca, ad un certo punto divenne la sua ossessione.
Nella maggior parte dei dodici dipinti della serie che la raffigurano, si possono vedere dense nubi di vapore e fumo che avvolgono la tela, il gioco della luce che filtra attraverso la scia fumosa del treno, e le locomotive che dominano il campo.

Nell’impressionismo il soggetto e un certo manierismo, lasciavano il posto alle emozioni dell’artista, alla conseguente rilevanza del colore, del contesto e dell’aura della scena.

Io penso: ma quanto è bello il vapore di Monet.

Diceva l’Autore: “Altri pittori dipingono un ponte, una casa, una barca… io voglio dipingere l’aria che circonda il ponte, la casa, la barca, la bellezza della luce in cui esistono.”