Scultore installativo della Pop Art, George Segal lega la sua notorietà alle famose sculture di gesso, contestualizzate in ambienti di vita come sale d’attesa, ristoranti e supermercati.

I calchi vengono realizzati spesso su modelli umani.
Il colore bianco del gesso rende i protagonisti – inseriti in contesti vivi e realisti – privi di identità e soprattutto di potere decisorio.

I fantasmi solidi di Segal (mi) trasmettono inquietudine e (mi) fanno riflettere sul ruolo di ciascuno di noi nella società moderna e inevitabilmente sull’esistenza di possibilità di incidervi per davvero.