Avevamo già incontrato Boldini a proposito di un’opera bellissima e molto intrigante per la sua storia: “Marthe de Florian” .

Oggi invece vi propongo un divertissement, a dir poco delizioso.

Pittore di genere e ritrattista, Boldini è universalmente noto per i superbi ritratti di donna, realizzati con uno stile elegante e brioso, che seppe incarnare fino in fondo e con estrema precisione lo spirito della belle époque.

Dopo essersi trasferito a Parigi nel 1871, realizzò molti piccoli dipinti, essenzialmente con lo scopo di attrarre i collezionisti. Questo è uno di quelli.
Sono lavori che raffigurano sovente la sua modella preferita, Berthe, intenta in attività di piacere quali leggere, passeggiare o, come vediamo qui, ricamare.

Le pennellate vivaci riescono a rendere un’ampia varietà di texture, come quella del variopinto tappeto, della gonna stropicciata e delle scarpe di satin.

Il fanciullo ai piedi della donna che, appoggiato a un violoncello gioca con un fioretto, completa la scena, raffinatissima.